17 feb 2020

casa angusta


la casa angusta accorcia la persona,
i momenti hanno trasloco perenne
ogni compito è un prestito
che si sfalda, una durezza debole.
esigui metri di pensiero
che non si posa non ha corsa
non volteggia nelle prove,
sbatte sui confini trova una scadenza
trova la velocità.
obbligata tra i muri
l’invenzione si fa campo ridotto
sorvola le idee impazienti
già pronta a chiudere.



15 feb 2020

permanenza


sopravvive forse il bello forse l’arte
non la supplica di sopravvivere.



il bisogno


vendi nel romanzo
un resto
che il romanzo porta,
il tuo difetto la rivalsa
l’agio il desiderio.
tributo a noi inutile.



10 feb 2020

versamento


la facciata
di un edificio
produce futuro.



9 feb 2020

l’esercizio


l’esercizio studia
i paraggi celesti
diventa prova d’assoluto
volto sincronico dell’eterno,
ripetere porta al deposito
polito del gesto
l’esercizio si fa spirito.

e tu sui segni
e sulla materia
ti provi

slabbrato dal messaggio
profondo ti conduci
in un viaggio ricorsivo
verso la radice antica
del movimento.



7 feb 2020

voglio


voglio
per finire
di volere.



oggetti chiusi


chiudi gli oggetti
per escludere l’aperto
che li modifica,
l’influenza del pieno
la servitù degli spazi,
chiudi in loro la forma.